Vivere nella strada

Vivere - MoranteIl progetto ha previsto una serie di attività educativo-laboratoriali.

La prima fase del progetto si è basata sulla formazione/informazione in aula in cui è stata analizzata la tematica relativa alla sicurezza stradale con particolare attenzione alla conoscenza e al rispetto delle regole. Successivamente sono stati proiettati video e spot al fine di stimolare discussioni e riflessioni rispetto ai rischi connessi alla mancanza di rispetto delle regole della strada.

Utilizzando la metodologia della Peer Education, attraverso gruppi di discussione, gli alunni oltre a confrontarsi sulle tematiche precedentemente apprese hanno realizzato attività grafiche inerenti il suddetto argomento.

Nella seconda fase, gli alunni, avendo appreso i temi relativi alla problematica e, avendoli fatti propri, si sono resi  protagonisti, attraverso la tecnica del Role Playing, interpretando diversi ruoli in situazioni quotidiane con l’obiettivo di renderli soggetti attivi e consapevoli delle responsabilità delle loro scelte.

Da segnalare che, come prevede la metodologia del Role Playing , le scene rappresentate sono state elaborate dai ragazzi stessi in base alle proprie esperienze sulle tematiche dell’educazione stradale.

La tecnica del Role Playing,  ha dimostrato di essere un ottimo strumento per coinvolgere, sensibilizzare, stimolare i ragazzi, ma soprattutto per favorire il confronto intergenerazionale, in quanto permette di discutere di argomenti importanti con la leggerezza del gioco.

Sono stati, inoltre, somministrati questionari al fine di verificare la consapevolezza dei rischi derivanti dalla mancanza del rispetto delle regole della strada e la presa di coscienza ad essi connessi.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.